Crea/Mostra articolo Crea/Mostra articolo

L'Osservatorio per i beni numismatici di interesse archeologico

La Direzione Generale per le Antichità ha ritenuto opportuno intervenire nel settore dei beni numismatici di interesse archeologico di propria competenza e ha istituito nel 2011 un Osservatorio per i beni numismatici di interesse archeologico con le principali finalità di:

  • raccogliere ed aggiornare i dati e le notizie relativi alle attività ed ai procedimenti, concernenti la tutela di beni numismatici di competenza della Direzione Generale per le Antichità, ai fini della creazione di banche dati relative ai beni numismatici;
  • acquisire gli elementi di conoscenza sui beni numismatici di interesse archeologico, ai fini del sostegno, della incentivazione della tutela degli stessi beni, e della creazione di gruppi di lavoro dedicati alla tutela dei beni numismatici sotto il profilo scientifico e giuridico;
  • elaborare documenti di raccolta e analisi di tali dati e notizie, che consentano di individuare linee guida specifiche per i beni numismatici di interesse archeologico;
  • attivare un centro di documentazione e raccolta di materiale librario e documentazione in materia di beni numismatici di interesse archeologico;
  • promuovere progetti scientifici, ricerche, convegni e mostre finalizzate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio numismatico nazionale di interesse archeologico.

I risultati dell'attività dell'Osservatorio sono pubblicati sul "Notiziario del Portale Numismatico dello Stato", promosso dalla Direzione Generale per le Antichità in collaborazione con le Soprintendenze archeologiche, con la Direzione Generale per Paesaggio, le Belle Arti, l'Architettura e le Arti contemporanee (PABAAC), con il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale e con altri Uffici del Ministero per i beni e le attività culturali.

Il Notiziario ha il compito di garantire l'informazione presso un ampio pubblico, anche non specialistico, sia delle scoperte di materiali numismatici dal territorio e dagli scavi sia delle attività istituzionali inerenti la tutela, la fruizione e la valorizzazione del patrimonio numismatico di interesse archeologico, opportunamente inserito nel rispettivo contesto archeologico e storico di provenienza.